Corso di Costruzione Droni SAPR


Sono aperte le iscrizioni al Corso

Obiettivo

Negli ultimi anni l’utilizzo dei droni ha avuto una crescita esponenziale, determinata soprattutto dal passaggio dall’uso militare a quello civile. Le enormi potenzialità di utilizzo e i diversi ambiti di applicazione nei quali i droni possono essere di grande aiuto, hanno generato un importante mercato e tutte le previsioni confermano che saranno migliaia i posti di lavoro creati dalle nuove professioni con i droni, a partire proprio da chi dovrà pilotarli.

In effetti gli ambiti di applicazione sono fra i più disparati: sorveglianza del territorio, rilevamento delle condizioni ambientali, trasmissione dati, riprese aeree, impieghi in agricoltura, cinema e tv, monitoraggio di incendi, ispezioni di infrastrutture e di impianti, sorveglianza del traffico stradale ecc. Gli sbocchi professionali per chi impara a pilotarli sono, pertanto, innumerevoli.

Modello didattico

La durata del corso è di 18 ore, normalmente suddivise in 6 lezioni di tre ore, durante le quali verranno trattati i seguenti argomenti

  • Il regolamento Enac e normative vigenti
  • Panoramica delle flight control, 3DR Pixhawk, Dji Naza M lite, Naza V2, CC33 , Naze32
  • L’elettronica di volo e la sensoristica accessoria
  • Installazione fisica della flight control e degli accessori annessi (telemetria, gps, etc.)
  • Sistema RX/TX
  • Caratteristiche della trasmittente
  • L’hardware e gli accessori
  • Diagnostica e calibrazione
  • Firmware della tx, rx, accessori e modulo XJT
  • OpenTX Companion
  • Creazione di un modello
  • Telemetria
  • I sistemi “power unit” (singolo e di backup)
  • Allarmi visivi e sonori
  • I sistemi di sicurezza hardware: il terminatore di volo ed il paracadute
  • Alloggiamento e cablaggi della camera o del sistema di rilievo, Fpv
  • Flashing del firmware sulla flight control
  • Calibrazione della trasmittente e di tutta la sensoristica a bordo della flight control
  • Configurazione software dei parametri fondamentali di volo base alla tipologia del velivolo
  • Calibrazione hardware e software dei propulsori
  • Configurazione del sistema telemetrico e del gps
  • Calibrazione della “Power Unit” (tensione e corrente)
  • Il “Flight Plan” (gestione delle missioni automatiche)
  • Esecuzione di missioni completamente automatiche
  • Trucchi per operare in sicurezza, qualsiasi sia lo scopo del multirotore (uso ludico o lavorativo)

Sbocchi lavorativi

  • Uffici tecnici comunali
  • Studi professionali
  • Libera professione

 

Destinatari

Possono iscriversi al corso coloro i quali abbiano già acquisito elementi di elettronica e informatica

Richiedi informazioni su questo corso adesso!

Il tuo nome (richiesto)

Numero di telefono (richiesto)

La tua email (richiesto)

Corso

Il tuo messaggio